Cerca
  • Press Office

Acoustica su “Buscadero”

di Andrea Trevaini, “Buscadero”, n. 444, maggio 2021



Dire che Rodolfo Montuoro sia un artista atipico è semplicemente pleonastico, lo seguo con interesse da tempo e non ha mai finito di stupirmi; il suo percorso musicale continua con questo Acoustica, omaggio al poeta-librettista barocco Metastasio che diventa uno spunto per un personalissimo omaggio alla poesia. Montuoro canta accompagnandosi alla chitarra acustica e inanella una serie di preziosi madrigali (non so come potrei meglio definirli) accompagnato dai synth del mitico Maurizio Marsico, mai così poeticamente elusivo nel proporre le sue basi elettroniche, e da lievi basi ritmiche a cura di Andrea Tich. Il percorso si snoda tra versi di Henry Babousse, Ottiero Ottieri, Dante Alighieri di cui osa proporre il delizioso Guido, i’ vorrei che tu e Lapo ed io, per culminare con l’omaggio finale alla musica barocca nella traccia “Codex #10” che vede la partecipazione sublime della soprano Anna Zoroberto. Davvero un disco diverso capace di proporre un nuovo filone di neo-folk-elettroacustico-poetico, stile perfetto per questi tempi algidi.”


Andrea Trevaini, “Buscadero”, n. 444, maggio 2021